News

Interessante sentenza del Tribunale di Nocera Inferiore n. 2338/2023 del 23/11/2023

Il Tribunale ha dichiarato improcedibile l'opposizione a decreto ingiuntivo, confermando quindi il decreto, poiché', in mancanza della partecipazione dell'opponente alla procedura di mediazione ex art. 5 d.lgs 28/20210, la condizione di procedibilità' non può dirsi realizzata.

In sostanza il Giudice ha ritenuto che il realizzarsi della condizione di procedibilita' non può' dipendere solo dall'attivazione da parte di chi vi e' onerato, dal "tentare", ma dalla effettiva celebrazione della mediazione che non puo' ovviamente prescindere dalla partecipazione delle parti.

"..Dunque, affinchè possa dirsi realizzata la condizione di cui all’art. 5 del D. Lgs. 28/2010 è necessario attivare il procedimento di mediazione e comparire al primo incontro dinanzi al mediatore, all’esito del quale le parti potranno liberamente dichiarare al mediatore la volontà di non proseguire la procedura di mediazione"

Nel caso specifico, poiche' la mediazione era stata regolarmente attivata dall'opposta mentre l'opponente non aveva partecipato, il Giudice ha dichiarato improcedibile l'opposizione attribuendo quindi all'opponente le conseguenze della non realizzazione della condizione di procedibilta' per sua colpa.

Il Giudice con grande attenzione spiega perche' l'unica conseguenza della mancata partecipazione in mediazione non possa essere solo quella di trarre argomenti di prova ex art. 116 c.p.c., affermando con arguzia che "non puo' ritenersi che  la parte onerata ex lege alla mediazione – in quanto titolare dell’interesse sostanziale e processuale sotteso alla controversia oggetto del giudizio – benchè convenuta nel procedimento di mediazione, possa, con la sua assenza, rendere impossibile lo svolgimento della mediazione stessa, ritenendo, al contempo, che la domanda sia procedibile per il sol fatto che il tentativo di mediazione sia stato attivato (in tal senso Tribunale di Chieti sentenza n. 50/2017 del 20.02.2017)"

Il Tribunale ha, quindi, dichiarato l'improcedibilita' dell'opposizione confermando il decreto ingiuntivo.

LEGGI LA SENTENZA

 

Sede legale e principale Via Zacchetti 31 - 42124 Reggio Emilia
Tel. 0522 593438- Fax 0522 0151576
email: info@inmedio.it
P. IVA 02455600359 -  Codice Destinatario USAL8PV

Sede di Modena Corso Canalgrande 79 - 41121 Modena
Tel. 059 8677834 - Fax 059 8671546
email: infomo@inmedio.it